Ossimetro Da Dito e Cardiofrequenzimetro Spo2 Recensione

Ossimetro SPO2 dito e Cardiofrequenzimetro con Segnale Acustico

Un pulsossimetro o saturimetro da dito, deve essere necessariamente funzionale e facile da portare in giro. Proprio come quello che recensiremo di seguito, analizzandone vantaggi e svantaggi.

Caratteristiche e funzionalità del pulsossimetro da dito Spo2

Il pulsossimetro in questione, con codice BOOGYT4L24, è molto particolare poiché è sì da dito ma la misurazione avviene a raggi infrarossi. Con una sola misurazione potrai ottenere diversi risultati circa la saturazione dell’ossigeno nel sangue e la frequenza dei battiti del tuo cuore. I risultati sono restituiti su un display colorato che può essere girato.

Grazie all’orientabilità, i dati possono essere letti con molta più facilità, anche rimanendo con il dito fermo. Le posizioni tra cui scegliere sono ben 4. Il display è a cristalli liquidi.

La leggibilità è assicurata anche dalla retro illuminazione del display, il che consente di leggere i risultati anche in condizioni di scarsa luminosità. I risultati possono essere letti grazie all’onda pletismografia per SpO2 e battiti cardiaci e vengono restituiti in appena 5/7 secondi.

Le modalità di visualizzazione sono sei. Se il dispositivo rileva dei dati allarmanti (es. SpO2 bassa) emette un segnale acustico. I suoni possono essere impostati su on oppure su off.

Il pulsossimetro può essere portato facilmente con se, anche in borsetta, poiché ingombra davvero poco. Oltre alle dimensioni ridotte ( lungo 60 millimetri, largo 36 millimetri, alto 23 millimetri), pesa soltanto 50 grammi.

Il dispositivo funziona per trenta ore ininterrottamente grazie al suo basso consumo energetico. Le batterie che gli servono per accendersi e funzionare sono due pile alcaline di classe AAA da 1,5 V.

Se le batterie si stanno per scaricare, ti apparirà un segnale sul display OLED. Inoltre, il risparmio di energia è dovuto anche al fatto che il dispositivo si spegne in automatico quando non viene utilizzato per otto secondi.

Grazie alle sue dimensioni, il pulsossimetro si adatta bene sia a misurazioni su pazienti adulti che a misurazioni su bambini. La cover in silicone ed il laccetto da appendere al collo, rendono questo dispositivo ancora più maneggevole. Inoltre, il suo aspetto trasmette solidità, caratteristica verificata dagli utenti anche in fase di utilizzo.

  • Vantaggi

Questa tipologia di pulsossimetro/saturimetro ha il vantaggio di ingombrare pochissimo. Per questo motivo, si presta benissimo ad essere portato con se ovunque. Perfetto per chi deve fare misurazioni quotidiane, il segnale acustico è sicuramente un plus.

Il vantaggio preferito dagli utilizzatori finali resta, però, lo schermo orientabile, al LED, colorato e retro illuminato. Positivo anche il prezzo.Lo fanno iscrivere tra i pulsossimetri/saturi metri di fascia media. Indispensabili gli accessori di cui è dotato per trasportarlo. La guaina in silicone, inoltre, lo protegge da eventuali urti.

  • Svantaggi

Non sono stati rilevati dagli utilizzatori degli svantaggi particolari per questa tipologia di pulsossimetro. Alcuni, però, hanno lamentato la mancanza di un foglietto di istruzioni in lingua italiana.

Conclusioni e opinioni personali Ossimetro SPO2

Il pulsossimetro da dito in questione è molto maneggevole, pratico e facile da usare soprattutto grazie al display. Il segnale acustico può essere molto importante soprattutto per monitorare l’attività cardiaca o sanguigna dei neonati (ma anche degli adulti) nel sonno.

Eventualmente, però, questa opzione può essere disattivata. Consigliato sia su pazienti adulti che sui piccini.

Leave a Reply